• Twitter
  • Facebook
  • Google+
  • RSS Feed

lunedì 12 marzo 2012

Ferie Finite

19 commenti:
 
Archiviata la Treviso Marathon mi sono concesso qualche giorno di riposo. Mi pareva giusto tirare un po' il fiato dopo un inverno corso come non mai in vita mia (di solito d'inverno mi dedicavo al divano) e mi pareva giusto dare respiro ai miei malanni fisici. In particolare la corsa di Treviso aveva lasciato qualche strascico al ginocchio destro mentre il malanno alla caviglia sembra definitivamente risolto.
Nella settimana post maratona ho corso soltanto venerdi, con un 10 km a ritmi piuttosto blandi nei quali ho sofferto quasi come negli ultimi km della maratona. Mi sono ritrovato infatti a patire vari dolori muscolari avvertendo sensazioni pessime. Pareva di avere i muscoli accorciati oltre che tartassati. Evidentemente i giorni di nulla assoluto, senza nemmeno un minimo di stretching, sono serviti a recuperare lo sforzo della maratona ma non a risistemare la muscolatura. Per quella è necessario un minimo di movimento e una qualche azione utile a "sciogliere".
Nei giorni successivi a quell'unica corsetta le sensazioni sono andate via via migliorando e domani posso ricominciare a prepararmi in vista dei prossimi obiettivi.
Già, ma quali obiettivi ?
Ce ne sono un paio nelle prossime due settimane ed entrambi particolarmente interessanti.
Domenica, per cominciare, prenderò parte alla StraVicenza, una gara di 10 km su percorso cittadino nella quale tenterò di migliorare il mio personale sulla distanza. Dovrebbe essere piuttosto semplice visto che non ho un personale sui 10 km. L'obiettivo è comunque impegnativo dato che mi auguro di terminare sotto ai 40 minuti (spererei anche di un po' sotto ai 40 minuti).
Successivamente alla corsa di Vicenza, per la precisione la Domenica successiva, andrò a Ferrara per tentare di ritoccare il personale sulla mezza maratona. Qui il tempo da battere è 1h 26' e 17" fatto segnare nel "lontano" 2009.
Visto il risultato colto a Treviso mi verrebbe da pensare che i tempi siano maturi per fare bene in entrambe le occasioni. In particolare a Ferrara mi piacerebbe riuscire a correre tutta la gara a 4'/km finendo così in 1h e 24'.
Forse come obiettivo è troppo ambizioso, lo vedremo. Ho due settimane per velocizzarmi, ginocchio permettendo.

19 commenti:

  1. In linea teorica, essendo giovinotto e non avendo troppi problemi di velocità, limar il personale non dovrebbe esser un problema. Da lì agli 84' qualche d'uno si. In bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domani intanto mi sparo delle ripetute sui mille metri. Già da quelle dovrei poter trarre qualche indicazione in più. Poi attendo domenica con fiducia.

      Elimina
  2. Se corri i 10000 sotto i 40 a 15 giorni dalla maratona sei un figo della madonna...io non ce la farei mai!!!!
    Qualche prob in più invece te la concedo sulla mezza, sempre che quei 10000 non ti massacrino troppo!
    Vai Vecio!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Generalmente, dopo una maratona, cresco di condizione. In questi giorni però mi sento uno straccio. Staremo a vedere.

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. pensa, ho già prenotato il massaggio post-maratona! ;)
    buona idea sfruttare l'onda per un bel 10mila a palla....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, quella è l'idea. Un bel massaggio mi sa che me lo sparo anche io a breve

      Elimina
  5. ciao Giacomo, complimenti per la prestazione di Treviso, scusa se ti scrivo solo oggi, sono stato molto incasinato al lavoro. Se non sarò in giro, verrò a Ferrara il 25, così facciamo due chiacchiere. Nel frattempo, se vuoi, scrivimi su gmail ("mamilani"). Un saluto e a presto. Massimiliano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Massimiliano, complimenti a te e grazie per il commento.
      Se ce la fai per Ferrara volentieri!

      Elimina
  6. Urca!! obiettivi mica semplicissimi ti sei posto...certo che però se cè la gamba...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ce la gamba...bene sfruttarla. : )

      Elimina
  7. fare una tripletta di PB sarebbe realmente orgasmica!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, veramente un sogno! Io ci credo.

      Elimina
  8. Dopo una maratona generalmente andar forte in un 10.000 non è facile, poi la gara è ancora vicina. Se scendi sotto i 39'30'' è giù un gran bel risultato, per la mezza invece dovresti essere in piena efficenza per il tempone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 39'30 va benissimo, vedo sulle mie gambe che dopo la maratona la velocità stenta ad arrivare. Domenica avrò qualche risposta in più

      Elimina
  9. CASPITA STAI PUNTANDO AL TRIPLETE DI PB .OTTIMO ..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eggià, el triplete, altro che zeru tituli!

      Elimina
  10. volevo rivelare a tutti il doping di DRUGO: sabato sera quando tutti mangiavano cinghiale o baccalà . . . .DRUGO per andare più veloce ha mangiato LEPRE!!!!
    Sappi che questi trucchetti non ti serviranno per andare più veloce!!!
    Hi hi hi ciao dario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, pensa, quando voglio essere furbo mangio volpe....in effetti non funziona.

      Elimina

Scrivete un po' quel che vi pare, per il momento non modero perchè non c'ho voglia.
Solo una cosa, una firma è sempre gradita.

 
© 2012. Design by Main-Blogger - Blogger Template and Blogging Stuff